HISTORY | Lazio - Milan, da Re Cecconi a Van Basten e Papin, da Signori e Veron a Sheva e Kakà - VIDEO

Questa sera si gioca Lazio – Milan, una gara che dirà molto sulle possibilità scudetto dei biancocelesti che ci arrivano in piena emergenza, ma sarà anche una partita che rievocherà le grandi sfide del passato giocate sul prato dell’Olimpico.

Una sfida che in poche occasioni è stata una gara scudetto, ma che ha lasciato il segno, da entrambe le parti. Partiamo dal 1973/74, l’anno in cui la Lazio si laureò per la prima volta Campione d’Italia. E’ l’undicesima giornata, e i biancocelesti sono davanti in campionato a battagliare con Juventus e Napoli, dopo aver sfiorato il tricolore nella stagione passata. La squadra di Tommaso Maestrelli gioca un bel calcio, ma la partita non ne vuole sapere di sbloccarsi, fino al lampo dell’ultimo minuto. E’ il novantesimo quando Frustalupi, il cervello del centrocampo laziale, vede un corridoio che altri non riescono neanche a immaginare per Luciano Re Cecconi, inserimento in area e tocco ad anticipare l’uscita del portiere. Palla in rete e uno a zero per la Lazio, che batte cosi i rossoneri e vola in testa al campionato con due lunghezze di vantaggio su Juve e Napoli. Quel Lazio – Milan sarà una delle gare più importanti di quella stagione, capace di dare ai biancocelesti la consapevolezza della loro forza.

 

1973-74: Lazio - Milan 1-0 - VIDEO

 

Con le immagini ci spostiamo alla fine degli anni novanta, quando cambia la situazione. La Lazio stazione a metà classifica, il Milan è quello straordinario di Arrigo Sacchi, già campione d’Italia nel 1988, che due anni dopo arriva allo stadio Flaminio (l’Olimpico è in ristrutturazione in vista dei Mondiali). E’ il 1989-90, alla fine trionferà il Napoli con la celebre polemica sulla monetina di Alemao, ma quello è un Milan altamente spettacolare. I biancocelesti sono guidati da Materazzi in panchina, fanno a meno di Di Canio infortunato ma davanti schierano la coppia sudamericana formata da Ruben Sosa e Amarildo, il Milan risponde con Massaro e Van Basten, con Gullit fuori per infortunio. Pronti via e subito Milan avanti per due a zero, con le reti di Massaro e Fuser (che due stagioni più tardi arriverà in biancoceleste), la Lazio gioca un gran calcio, arrivano anche i complimenti di Berlusconi a fine primo tempo, ma alla fine vince il Milan. I biancocelesti accorciano nella ripresa con Amarildo, ma ci pensa il biondo Colombo, poco dopo, a fissare il risultato sull’1-3 finale.

 

1989-90: Lazio - Milan 1-3 - VIDEO

 

 

Un altro Lazio – Milan spettacolare è quello della stagione 1992-93, che si chiude con un pareggio per 2-2. Contro il Milan di Berlusconi e di Fabio Capello in panchina c’è la nuova Lazio di Sergio Cragnotti, vogliosa di tornare in Europa e che si affida in mezzo al campo all’estro di Paul Gascoigne e al senso del gol di Beppe Signori. L’avvio è tutto rossonero, Papin sigla subito l’uno a zero con un gran tiro, poi arriva il raddoppio con un autogol di Winter, sempre provocato dall’attaccante francese. Sembra fatta ma la Lazio torna subito in partita con la rete di Gascoigne che accorcia le distanze sotto misura. Il Milan soffre ma tiene, la Lazio spinge, ed al novantesimo arriva il 2-2, Stroppa dalla sinistra disegna un cross perfetto di esterno destro per la testa di Bergodi che in tuffo sigla il pareggio per la squadra di Dino Zoff.

 

1992-93: Lazio - Milan 2-2 - VIDEO

 

La Lazio in quegli anni cresce, e a metà anni novanta, sempre con Zeman in panchina, è protagonista di due goleade ai danni dei rossoneri. La prima arriva nella stagione 1994-95, la prima del boemo. Il Milan vive un anno complicato, e la Lazio all’Olimpico batte i rossoneri con un poker. Apre le danze Casiraghi, che in contropiede fredda Rossi da pochi passi. Nella ripresa sale in cattedra Beppe Signori, che sigla una tripletta con una rete, quella del due a zero, da applausi, con un gran sinistro al volo su lancio di Di Matteo.

 

1994-95: Lazio - Milan 4-0 - VIDEO

 

Due stagioni dopo, nel 1996-97, arriva invece un tre a zero, sempre in favore dei biancocelesti. Nella Lazio c’è ancora Zeman, che però sarò esonerato qualche domenica più tardi, mentre su quella del Milan è tornato Arrigo Sacchi, ma con scarsa fortuna. La Lazio gioca bene e vince per tre a zero, chiudendo la pratica già nel primo tempo. Apre le danze Signori al 21’, poi raddoppia Casiraghi poco prima di andare al riposo. Nella ripresa è il difensore Grandoni, di testa, a mettere dentro la terza rete.

 

1996-97: Lazio - Milan 3-0 - VIDEO

 

Arriviamo alla fine degli anni novanta, con due gare determinanti per lo scudetto. E’ la Lazio di Eriksson, e nel 1998-99 arriva uno zero a zero che sarà però determinante ai fini del titolo. La Lazio è prima con 7 punti di vantaggio sui rossoneri, i biancocelesti vanno in go con Vieri ma la rete viene annullata per un fuorigioco su cui restano dei dubbi. Termina in parità, e quel risultato sarò determinante per la conquista del titolo dei rossoneri di Zaccheroni, che sorpasseranno proprio la Lazio alla penultima giornata.

 

1998-99: Lazio - Milan 0-0 - VIDEO

 

L’anno seguente, invece, si gioca la gara più spettacolare. Alla fine dell’anno, nel 1999-2000, la Lazio sarà Campione d’Italia, ma quella sfida di inizio stagione è un sunto perfetto della qualità di quelle due squadre. Da una parte c’è la Lazio di Veron e Salas, dall’altra c’è soprattutto Schevchenko, appena arrivato a Milano.

La Lazio va subito in vantaggio con un gran tiro di Veron, risponde Weah sotto misura, la Lazio accelera e segna altre due reti, prima con Simeone di testa da angolo, poi con Salas che di testa conclude una splendida azione con il cross di Conceicao. Sembra fatta ma sale in cattedra Schevchenko che sigla una tripletta mettendo in mostra tutte le sue straordinarie doti. E’ 4-3 per il Milan ma la Lazio è ancora viva, e prima della fine riesce a pareggiare con Salas, che da pochi passi fissa il punteggio sul 4-4 finale.

 

1999-00: Lazio - Milan 4-4 - VIDEO

 

Ci spostiamo negli anni duemila, dove è il Milan a fare la voce grossa, prima nel 2007-08, quando batte la Lazio all’Olimpico per 5-1. Ambrosini e Mauri siglano l’iniziale uno a uno, poi salgono in cattedra Kaka e Gilardino, una doppietta a testa e debacle interna dei biancocelesti allenati da Delio Rossi.

 

2007-08: Lazio - Milan 1-5 - VIDEO

 

Nel 2014-15 vince la Lazio, ed è l’esordio della maglia bandiera per i biancocelesti. Sulla panchina dei padroni di casa c’è Stefano Pioli, che stasera sarà dalla parte opposta, passa subito avanti il Milan con Menez, nella sua stagione di grazia. La Lazio soffre ma nella ripresa ribalta tutto, ci pensa Parolo a fare l’uno a uno su cross di Miro Klose, qualche minuto più tardi è il bomber tedesco a sfruttare un retropassaggio di Montolivo per il due a uno. Nel finale è ancora Parolo a mettere dentro il gol del tre a uno finale, che lancia la Lazio all’inseguimento della Juve in campionato, in un torneo che i biancocelesti chiuderanno al terzo posto.

2014-15: Lazio - Milan 3-1 - VIDEO

 

Nel 2015-16 altra vittoria rossonera, è il Milan del tecnico ed ex Mihajlovic e di un giovanissimo Donnarumma in porta, che passa per tre a uno con le reti di Bertolacci, Mexes e Bacca, ed a poco serve la rete finale di Kishna per la Lazio.

 

2015-16: Lazio - Milan 1-3 - VIDEO

 

Chiudiamo questa panoramica con il Lazio - Milan del 2017-18, con Simone Inzaghi in panchina e con la tripletta di Immobile, con la Lazio capace di annichilire i rossoneri andando sul 4-0 (tre reti di Immobile e una di Luis Alberto) prima della rete di Montolivo per il 4-1 finale. 

 

2017-18: Lazio - Milan 4-1 - VIDEO

 

Lazio – Milan, una partita che ha regalato spettacolo negli anni, questa sera sarà diverso, non ci sarà il pubblico, ma I contenuti tecnici non mancheranno, con I biancocelesti costretti, anche in emergenza, a vincere per tenere vivo il sogno scudetto, con la squadra di Pioli che invece vorrà continuare a tenere il passo per non perdere il treno europeo. Non resta quindi che mettersi seduti e vedere per gustarsi, ancora una volta, le emozioni che biancocelesti e rossoneri saranno in grado di regalarci.

Alessandro Grandoni

Rate this item
(0 votes)
Last modified on Saturday, 04 July 2020 06:29
Alessandro Grandoni

Direttore Responsabile, Giornalista Pubblicista dal 2005, ha collaborato con varie testate giornalistiche e diretto, tra le altre, il portale www.calcionazionale.it

Leave a comment

Make sure you enter all the required information, indicated by an asterisk (*). HTML code is not allowed.

Ad Sidebar